Qualche tempo fa ho letto in un articolo di un giornale locale che i cimiteri dei piccoli comuni hanno problemi di mancanza di loculi, e questo mi incuriosito parecchio. A secondo delle regole e contratti che si fanno con i comuni, dopo un periodo che va tra i 10 ed i 40 anni, i corpi dei nostri cari vengono dissotterrati e i resti trasferiti nei loculi o ossari.

Il dramma è che negli ultimi 20/30 anni le salme sono spesso ancora tutte intere, come se fossero morti solo pochi anni prima.

Ho fatto alcune ricerche su internet e pare che sia diventata una cosa comune in tutte le parti del mondo, vi chiederete cosa centra questo articolo nel blog di etulasalute. Bene ve lo spiego, poiché pare che la principale causa di ciò che sta avvenendo sia la nutrizione.

In media ogni individuo assume circa 7kg di additivi all’anno, che sono presenti nei cibi che ingeriamo. Gli additivi chimici alimentari sono divisi in varie tipologie, tra i più conosciuti i coloranti, i correttori di sapore e i conservanti, che il nostro corpo assume ed accumula e sono i maggiori responsabili di quanto accade.

Il risultato è che è aumentata la quantità di salme saponificate e mummificate. Tutto questo dovrebbe farci pensare che gli effetti di una scorretta alimentazione non sono negativi solo durante la vita, ma anche dopo.

Buona nutrizione a tutti.

By |2017-07-22T12:15:08+00:00gennaio 15th, 2015|Generale, Nutrizione|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment