Non lasciare che le paure degli altri distruggano i tuoi sogni!

L’idea di questo post nasce dopo avere eseguito delle ricerche tramite Google utilizzando le parole: network marketing, vendita diretta, MLM che mi hanno indirizzato su blog, forum e altro, dove ognuno espone le proprie idee basate su errate informazioni/convinzioni o su esperienze negative personali, sparando a zero senza alcuna cognizione di causa.

La stragrande maggioranza dei siti navigati parla sempre in modo molto negativo di questa incredibile strategia di vendita, infondendo nel visitatore grandi paure, diffidenza e sicurezza di fregature.

Pare che qualunque opportunità di lavoro al di fuori dei canoni di chi scrive questi articoli, siano assolutamente da evitare ed addirittura pericolosi e che il solo valutare una possibilità alternativa ad un impiego con uno stipendio fisso possa portare a danni irreparabili, quale paralisi, cancrena e morte.

Vista l’attuale stato di grande difficoltà nel nostro paese, i livelli di disoccupazione, precarietà e aziende che chiudono, una persona che ha la necessità di sfamare la propria famiglia non ha molte possibilità di trovare un posto di lavoro che ha perso. Il boom del lavoro da casa lo è diventato proprio per queste difficoltà.

Spesso sono proprio quelle aziende che hanno deciso di vendere i loro prodotti tramite la vendita diretta e Multi Level Network Marketing (MLM) che riescono a dare un lavoro immediato a migliaia di persone, risolvendo da subito il problema della sopravvivenza. Le aziende per il controllo della vendita diretta, forniscono statistiche e numeri positivi sulla quantità di distributori e sui loro guadagni.

Sto parlando di tutte quelle serie aziende che hanno adottato questo sistema di vendita per distribuire i loro prodotti, che lavorano da svariati anni nei più disparati settori, e che fornisco lavoro a milioni di persone in ogni parte del globo, spesso con fatturati enormi in continua crescita, e permettono a molti disoccupati di dare da mangiare alla propria famiglia.

Perciò da un lato abbiamo blogger e persone che con estrema facilità disprezzano una modalità di lavoro affermata in ogni parte del mondo, dall’altro una persona che ha perso il lavoro e deve sfamare la sua famiglia al quale viene offerta proprio un’attività nel MLM.

Trascrizione proveniente da sito molto popolare

“State attenti a queste aziende che si occupano di MLM perché sono strutture piramidali, catene di sant’Antonio nate per truffare la povera gente che sogna di trovare una opportunità di lavoro. E tutto quello che assomiglia ad una struttura piramidale è da diffidare”

Il grande economista che ha scritto quell’affermazione vorrei mi spiegasse quale sia una struttura non piramidale, poiché dove guardo vedo solo piramidi. Nella chiesa vi è il Papa al vertice della piramide ed i parroci nelle varie chiese alla sua base, nell’esercito il grado definisce il livello in quella piramide, nelle società vi sono fondatori, azionisti o soci per arrivare all’operaio e così via, perciò qualunque situazione ove esista una gerarchia è un sistema piramidale. Analizzando l’affermazione citata, bisogna stare lontano da qualsiasi azienda ti possa offrire un lavoro.

Personalmente non riesco a comprendere come si possa generalizzare con tale superficialità un sistema di lavoro e di vendita nato nel 1934 e studiato nelle migliori università dove si formano i futuri economisti, senza assumersi il dovere di spiegare le differenze tra un sistema piramidale e il MLM, creando solo confusione e infondendo insicurezza preoccupazione e paura in quella che invece potrebbe essere la soluzione per il futuro di molte persone.

Vorrei spiegare in poche parole questa grande differenza nelle due realtà, il sistema piramidale e il MLM.

Nel Sistema Piramidale (volgarmente chiamata anche Catena di sant’Antonio o sistema Ponzi)

Non è importante quale sia il prodotto da vendere, poiché serve solo a mascherare la vera natura di questa attività, i guadagni derivano quasi esclusivamente dalla quota associativa che viene richiesta alla persona reclutata. Perciò grandi guadagni derivano esclusivamente dal numero di persone che si riesce a reclutare. In parole povere chi viene reclutato paga direttamente le persone che si trovano più in alto nella piramide.

Nel Multilevel Network Marketing (MLM)

Il concetto di piramide è del tutto accessorio e non è l’elemento chiave per la generazione dei profitti.
Il prodotto è la colonna portante in questa forma di business. Le aziende che operano con questa metodologia puntano tutto sulla qualità e la sicurezza del prodotto. I guadagni derivano esclusivamente dalla vendita diretta di prodotti ai clienti e da percentuali sulle vendite delle persone reclutate, e non sul semplice reclutamento dal quale non si percepisce assolutamente alcun guadagno.
L’opportunità aggiuntiva in questo tipo di attività è la possibilità di gestire autonomamente, solo se lo si desidera, un proprio gruppo di venditori che a loro volta guadagneranno in base al prodotto venduto.

In Italia, come in molti altri paesi del mondo, la struttura piramidale (ma non il MML) è proibita e illegale, così come specificato nell’art 5 della legge 172 del 2005. Mentre per il MLM esistono centinaia di enti adibiti a attestare e garantire le aziende che lo utilizzano come sistema di vendita.

Il consiglio a questi blogger o a chi scrive nei forum, e quello di essere più precisi nell’affrontare l’argomento e magari informarsi, poiché forse non conoscono il MLM o se lo hanno conosciuto per proprie esperienze negative, non ne hanno raccolto lo spirito ma ne hanno interpretato una propria versione, e dopo avere reclutato altre persone si sono accorte che grazie a questa unica operazione non si guadagnava nulla.

Lo spirito del MLM rimane sempre il prodotto, la qualità e la sicurezza dello stesso, venderlo e se si vuole guadagnare di più insegnare ad altri a fare questa stessa semplice unica cosa. Nel MLM guadagnerai solo facendo 2 semplici cose, parlare del prodotto e parlare dell’attività in modo chiaro, onesto ed etico, questo è lo spirito corretto per avere successo in questa attività.

By |2017-07-22T12:15:09+00:00novembre 12th, 2014|Generale, Lavoro|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment